Quando il riciclo diventa artigianato: la magia di Sara, che trasforma materiali di recupero e aiuta l’ambiente

Malice's Craftland sara lagonigro

Sciarpe, foulard, collane, orecchini, bracciali, borse: questi, insieme a tanti altri oggetti, prendono forma grazie alle abili mani di Sara Lagonigro, alias Malice’s Craftland, nata nel 1981 e tuttora residente a Foggia. Una laurea in Antropologia Culturale, un corso di grafica pubblicitaria e una grande passione per l’arte del riciclo e l’utilizzo di materiali di recupero caratterizzano il percorso lavorativo di una ragazza coraggiosa, creativa e soprattutto animata da una autentica passione: quella per l’artigianato.
(altro…)

Felicità è aprire una bottega e ridare vita agli oggetti usati. Parola di giovane architetto

archintutto

Mi sta capitando sempre più spesso d’incontrare giovani laureati sensibili al tema del riuso, della trasformazione di materiali e vecchi oggetti, spesso laureati in materie ambientali, oppure in Architettura. Complici, sicuramente, un’attenzione al riciclo e all’ambiente e uno spiccato senso estetico. E così è stato anche per Serena Simoncini, 33enne di Fano, architetto dal 2005 e artigiana da un annetto. L’abbiamo conosciuta al Macef di Milano, dove esponeva i suoi oggetti: ventilatori trasformati in lampadari; valige in poltrone; rubinetti in lampade da tavolo. La sua attività, che cura insieme al marito Denis, ex pescatore, si chiama Archintutto, laboratorio artigianale di eco-design. continua a leggere…

Riciclo creativo: da educatrice ambientale ad artigiana di gioielli non convenzionali

Tatiana Stoppa Artedì

I cd che non si ascoltano più, i pastelli rimasti nell’astuccio dai tempi della scuola, i floppy disk che ormai non ricordiamo più di avere, le bottiglie di plastica vuote. A tutti questi e a molti altri materiali, Tatiana Stoppa, 38enne della provincia di Milano, regala nuova vita. Tatiana è sempre stata sensibile ai temi dell’ambiente, e appassionarsi a tutto ciò che ha a che fare con riciclo e riuso è stato (è il caso di dirlo)… naturale. Sì, perché da educatrice ambientale è diventata artigiana e ora produce gioielli non convenzionali con materiali di riutilizzo e naturali: dalla gomma alle matite usate, passando per dvd, bottoni, camere d’aria, metalli e terre. Lavora in uno spazio condiviso, quello di Made in Mage a Sesto San Giovanni (ex area Falck), gomito a gomito con tanti altri artigiani come lei. continua a leggere…

Cerca

ELISA DI BATTISTA

Giornalista, mi occupo di mondo del lavoro. Mi interesso di social network, comunicazione e marketing digitale. Se vuoi saperne di più clicca su Chi-sono

Diventa Guest Blogger

Vuoi scrivere per LaureatiArtigiani?
Proponi il tuo guest post.

SEGUICI