“Voglio lavorare con le mani in pasta”. La laureata in Economia che innova la tradizione del pastificio salentino

valentina manta pastificio punto e pasta
Orecchiette, sagne incannulate, maccheroncini maritati… Valentina Manta – bisogna proprio dirlo – è una laureata artigiana con le mani in pasta. In senso stretto. Laureata in Economia del Turismo, 29 anni, si definisce “la pastaia salentina”, perché dopo la laurea, da tre anni, invece di lavorare nel settore turistico, ha deciso di entrare nel pastificio di famiglia, Punto e Pasta, ad Aradeo (Lecce). Determinata ed entusiasta, Valentina ci ha raccontato la sua storia, le difficoltà e le gratificazione di un mestiere artigiano, che affonda le radici nella sua infanzia, quando con la nonna Graziella e la sorella Irene preparava la pasta per la domenica sulla “mattra bbanca”, tavolo-dispensa della tradizione salentina. continua a leggere…

“Ho mollato il posto fisso per lavorare nella gelateria artigianale di famiglia”. E la laurea in Relazioni Pubbliche? Una marcia in più nel marketing e nell’economia aziendale

Chiara Soban
La gelateria di famiglia, Chiara, l’ha sempre vissuta da dentro: sin da bambina, nei mesi estivi, passava lì le sue giornate e a 7 anni già faceva i coni. Dopo la laurea in Relazioni Pubbliche a Milano, però, di opportunità lavorative ne ha avute parecchie e anche molto ghiotte. La sua decisione di iniziare a lavorare nella gelateria Soban, fondata 38 anni fa dal padre (rilevata da una precedente gelateria del 1924), infatti, non è stata l’unica via possibile, ma una vera e propria scelta fatta col cuore. Chiara Soban, 28enne originaria di Monfalcone (Gorizia), ci scrive per raccontarci il suo percorso di laureata gelatiera, e per spiegarci il valore aggiunto che la sua laurea offre alla storica gelateria artigianale Soban, a Valenza Po (Alessandria), riconosciuta tra le cinque migliori gelaterie italiane per il Golosario 2012, citata nel Gamberorosso e su diverse riviste. continua a leggere…

Il laureato in Scienze Politiche che ha imparato a lavorare la filigrana. “La bottega di famiglia? Un peccato non portarla avanti”

Filigranart

Non ha preso in mano “solamente” l’azienda avviata decenni fa dal bisnonno, ma ha anche deciso di portare avanti un’attività artigianale che è parte integrante della storia della sua zona, Campo Ligure (Genova), ovvero la filigrana. Davide Oddone, 35 ani, laureato in Scienze Politiche, ha deciso di proseguire la tradizione locale della lavorazione artigianale della filigrana, innovando dove possibile, e cioè nella comunicazione e nella promozione della sua bottega, Filigranart. continua a leggere…

Due fratelli architetti alla guida della pelletteria di famiglia “Mastro Geppetto non esiste più, bisogna essere smart e tecnologici”

pinettifotook

In questo post vi proponiamo la storia di due fratelli, Lorenzo e Andrea Pinetti (33 e 34 anni) che, dopo la laurea in Architettura, hanno deciso di prendere in mano le redini dell’azienda di famiglia, che produce prodotti di pelletteria a Bergamo dal 1983. Abbiamo voluto puntare l’attenzione sul ruolo che una laurea può giocare oggi per un giovane che voglia fare l’artigiano/imprenditore dando nuova linfa a un’azienda a conduzione famigliare. E Lorenzo ci ha dato anche consigli interessanti per chi, una propria attività artigiana, sta proprio pensando di avviarla. continua a leggere…

Cerca

ELISA DI BATTISTA

Giornalista, mi occupo di mondo del lavoro. Mi interesso di social network, comunicazione e marketing digitale. Se vuoi saperne di più clicca su Chi-sono

Diventa Guest Blogger

Vuoi scrivere per LaureatiArtigiani?
Proponi il tuo guest post.

SEGUICI