La passione per i gioielli diventa lavoro: Sara e l’antica tecnica della cera persa

sara lubrano gioielli artigianali

C’era una volta a Napoli una bambina che chiedeva alla madre di tostare le stelline e tanti altri tipi
di pasta per farne delle collane. Tutto ciò che luccicava la attraeva irresistibilmente e per il suo
compleanno o a Natale chiedeva che le venissero regalati gioielli al posto delle bambole. Questa
bambina è cresciuta; adesso ha 32 anni e lavora nel suo negozio di gioielli artigianali nel quartiere
napoletano di Chiaia. Il suo nome è Sara Lubrano, artigiana partenopea laureata in Economia
Aziendale e specializzata nella realizzazione di preziosi monili tramite l’antica tecnica della cera
persa. La sua storia è preziosa come le sue creazioni ed è caratterizzata da passione, impegno,
difficoltà superate con fatica e traguardi raggiunti. continua a leggere

L’orafa laureata in Ingegneria e la forza delle collaborazioni che nascono in Rete

alice canapa orafa

Invece del Cioè, da ragazzina, comprava Creare e CasaMia: Alice Canapa, orafa 28enne di Osimo (Ancona), la creatività ce l’ha nel sangue, e te ne accorgi appena la incontri. L’ho conosciuta durante un workshop di lavorazione del metallo in Cascina Cuccagna a Milano, dove mi ha raccontato che, oltre ad aver fondato 3 anni fa il suo brand di gioielli artigianali Eilish Creations ed essere diplomata alla Scuola Orafa Ambrosiana, è anche Ingegnere Ambientale.
continua a leggere…

La copywriter che diventa orafa e realizza gioielli per Asia Argento

sara capoferri
Con l’argento è stato colpo di fulmine e la sua vita è cambiata. Sara Capoferri, 33 anni di Rovato (Brescia), una laurea triennale in comunicazione di massa e una magistrale in cinema, tv e produzione multimediale, invece del mestiere di copywriter ha scelto di diventare orafa, avviando Fery, la sua attività di realizzazione di gioielli, fibbie, charms e accessori in metallo con la tecnica del traforo. continua a leggere…

Laureato in Storia, avvia un’oreficeria ispirato dall’arte normanna. “Sfrutto la laurea per i gioielli che creo, il Web per vendere”

officina conte ruggero oreficeria

Il suo pseudonimo sui social network è Conte Ruggero, e la sua passione, oltre che materia di studi universitari, non potrebbe che essere la storia. Mirko Noto, 25enne di Monreale (Palermo), sta però coltivando anche un’altra passione, trasformandola in quello che vuole sia il suo mestiere da grande: l’arte orafa. Laureato in Scienze Storiche, ha seguito un corso professionale in una scuola orafa della sua città e ha aperto un laboratorio (per ora in casa) con il nome de L’Officina del Conte Ruggero, e la sua fidanzata Rossella Rumore, 25 anni, lo aiuta con la creazione e gestione del sito e delle pagine social. Un connubio che ci pare davvero molto promettente. continua a leggere…

L’architetto che fa gioielli artigianali: “Le differenze tra i due lavori? Poche: la progettazione è alla base di entrambi”

sefem design paola vanazzi

Dall’Architettura alla realizzazione di gioielli in acciaio, plexiglass, cristallo e resine, il passo è stato breve, per Paola Vanazzi, 31enne di Pandino (Cremona), che parallelamente al proprio lavoro (precario) in una società di ingegneria ha scelto di “investire sul futuro e concentrare le energie verso le proprie passioni” – testuali parole – dedicandosi a un mestiere artigiano, avviando, nel laboratorio ricavato in casa, un’attività manuale e creativa, e dando vita al marchio SéFem design. continua a leggere…

Cerca

ELISA DI BATTISTA

Giornalista, mi occupo di mondo del lavoro. Mi interesso di social network, comunicazione e marketing digitale. Se vuoi saperne di più clicca su Chi-sono

Diventa Guest Blogger

Vuoi scrivere per LaureatiArtigiani?
Proponi il tuo guest post.

SEGUICI