“Ecco come abbiamo aperto la nostra sartoria”. Le tappe, tra formazione e marchio registrato, di due laureati under 30

dahlia duet laureati artigiani
Tutto è cominciato all’Accademia di Belle Arti di Firenze, dove Laura Di Giovanni, 28enne abruzzese, e Luigi Adduci, 26enne della Calabria, frequentando il corso di Pittura hanno incontrato un professore carismatico. Era così appassionato di moda da trasmettere loro l’amore per questo mondo, al punto da decidere di farne il proprio mestiere. Oggi Laura e Luigi hanno avviato, a Pescara, l’atelier Dahlia Duet, dove lei è graphic designer e fotografa, e lui modellista sarto. Ma, per arrivarci, hanno seguito tappe formative e professionali ben precise.

Come siete passati dalla pittura al mondo della moda?
(Laura): «Dopo gli studi a Firenze siamo andati a Milano per 10 mesi: Luigi ha frequentato il corso in Sartoria e Modellismo all’istituto di moda Burgo, io un corso in Digital Textile Design in Afol e poi ho fatto uno stage di 200 ore da Marni, vinto grazie al concorso Fashion In Paper. Con queste basi e tanta passione ci siamo trasferiti a Pescara e abbiamo aperto, a gennaio 2013, la nostra sartoria, in cui ci occupiamo di abbigliamento femminile e per bimbo. Per ora abbiamo adibito a studio una stanza della casa, ma a breve apriremo il negozio che sarà sia atelier che punto vendita».
dahlia duet laureati artigiani


Come si deve muovere un giovane sarto per avviare l’attività?

«Non abbiamo investito molto e ci stiamo muovendo lentamente, ma la burocrazia in Italia è lunghissima. Abbiamo anche registrato il nostro marchio in Camera di Commercio inserendolo in una classe specifica. Ci vogliono circa 150 euro e 6 mesi di tempo. Per quanto riguarda gli investimenti, siamo partiti con meno di 5000 euro per una macchina da cucire, un manichino e gli strumenti basilari».


Dopo l’Accademia di Belle Arti, la sartoria è stata un ripiego o la realizzazione di un desiderio?

«Luigi ha sempre sognato di cucire, era il suo desiderio. Dopo l’Accademia di Belle Arti, però, non è il percorso “normale” quello di diventare sarti. A noi però l’Accademia ha consentito di conoscere docenti interessanti, materiali diversi, di apprendere la manualità e di stravolgere il nostro percorso anche assorbendo energie e stimoli che, invece, altre facoltà non offrono».


Siete aperti da poco. L’atelier attualmente è il vostro lavoro principale?

«La mia famiglia ha un’attività ristorativa, quindi di giorno diamo una mano. Dalle 17 Luigi riceve i clienti per consigli e abiti su misura, io mi occupo della parte grafica, del sito e della sua ottimizzazione, delle foto, della promozione sui social network e del blog. Vogliamo arrivare presto a disegnare da noi anche i tessuti, e creare così collezioni al 100% nostre».

Ci saranno delle cose a cui avete dovuto rinunciare…
«Certamente: alle vacanze, alla macchina, alle spese extra. Però stiamo facendo ciò che ci piace e ciò che vogliamo. In passato abbiamo inviato tanti curriculum ma poi non ci abbiamo pensato su molto e ci siamo messi in proprio, mettendo in gioco ogni cosa. D’altra parte l’artigianato oggi è un valore, purtroppo però ancora in pochi lo capiscono».

Tagged: , , , , , , , , , , ,

Comments: 9

  1. Melania 08/08/2013 at 13:28 Reply

    Che gioia sapere che state realizzando il vostro sogno..!
    Anch’io ho messo da parte una Laurea (in Economia e un Master in Bocconi) per darmi alla Sartoria..un sogno per me diventato realtà.
    Sto studiando ancora presso la Burgo, ma sto già facendo piccole cose….e spero possa diventare presto il mio lavoro per la vita.
    Auguro a voi ragazzi (e anche a me stessa!) di riuscire in questa impresa…perchè la vita è una sola e bisogna viverla felici, cercando di realizzare i proprio sogni!!

    Melania

  2. Atelier Dahlia Duet 14/08/2013 at 11:50 Reply

    Grazie Melania!…i sogni quando hanno tanta grinta diventano realtà’!….e sai che soddisfazione quando vedi i primi risultati!….
    un grande in bocca al lupo anche a te e a chi come noi ci crede davvero!
    un abbraccio dall’Atelier 🙂

  3. enrichetta 26/05/2014 at 09:49 Reply

    Vi faccio i miei complimenti per la vostra intraprendenza, se fate dei sacrifici siete gia’ delle persone in gamba, so cosa vuol dire, io odio gli statali ( tranne gli insegnanti) e tutte le larve che pensano che tutto gli sia dovuto. I politici e gli statali non hanno capito che i loro stipendi provengono dai sacrifici dei pazzi come noi ke hanno il coraggio di intraprendere un’attivita’, vorrei proprio vedere cosa farebbero se chiudessero tutte le imprese d’Italia! Hanno pure il coraggio di venire a chiedere come hai fatto a raggiungere una posizione economica! Gli farei vivere una settimana di pensieri, di sacrifici, di stanchezza, di degrado della persona e poi vorrei vedere come schiatterebbero! beh! scusate lo sfogo ma questo e’ quello ke penso! torniamo a noi, mondo di api laboriose, per favore vorrei conoscere il vostro indirizzo perche’ avrei bisogno di un lavoro sartoriale, dove vi trovate? io abito a Montesilvano Colle, il mio cell e’ 329 0557048 grazie! Mia figlia ha 18 anni, e’ appassionata di moda e di tessuti, frquenta il 4^ liceo artistico e ha appena terminato un corso di taglio e cucito. sta cercando un lavoretto estivo, pensate che potrebbe esservi di aiuto? Comunque indipendentemente da questo, avrei bisogno di realizzare un abitino per l’estate su modello gia’ esistente, se siete economici se ne puo’ parlare, grazie enrichetta! ciao

  4. nadia 05/08/2014 at 17:32 Reply

    Complimenti ragazzi davvero:) e un piacere leggervi perche mi riconosco molto in voi..io ho 25 anni e laureata in scienze della comunicazione…ora da un anno ho iniziato un corso di sartoria e l anno prssimo termino con fashion stylist..pensare che quando avevo 20 anni volevo gi’ fare la fashion stylist ma per qualche motivo, (forse per moda?) ho scelto l universita di comunicazione. Durante quest ultimo anno ho avuto la fotuna di avere un professore di sartoria eccezionale che vive per il suo lavoro con una passione sconvolgente..me l ha trasmessa e gia prima di diventare sarta ho lavorato per una media compagnia teatrale insieme a una modellista, che, dopo aver visto come me la cavavo, ha voluto insegnarmi diverse modellazioni di carta modelli base. Continuate cos= ragazzi! E bello sapere che c e gente che va avanti con la passione:) scusate gli errori ma ho la tastiera giapponese e molti tasti sono diversi. Vendete anche in Giappone? Ciao
    Nadia

  5. cristina 04/11/2014 at 13:50 Reply

    Ciao a tutti sono di Pescara e sto cercando un corso per imparare ad eseguire RIPARAZIONI SARTORIALI (ho un pò di dimestichezza con la macchina da cucire)
    Sapreste consigliarmi un corso valido? ce ne sono tanti ma non tutti sono buoni.. e sono spesso molto costosi..

  6. Nadia 18/11/2014 at 17:19 Reply

    Ciao a tutti io abito vicino ad Assisi e anche io vorrei sapere se ci sono corsi per fare le riparazioni sartoriali.Io so lavorare con la macchina da cucire e tagliecuci.Ma naturalmente questi corsi si devono occupare solo di questo.Grazie .Buona fortuna a tutti

  7. Toni 05/08/2015 at 11:52 Reply

    Ciao Ragazzi.
    Da poco mi sto interessando per fare un corso di sartoria artiginale maschile. Sono della provincia di Taranto ed una tra le scuole più interessanti che ho trovato dalle mie parti è proprio la scuola di moda Burgo. Spero possiate confermare la mia scelta. Oggi a 40 anni mi devo reinventare e tra le tante passioni quella della sartoria artigianale maschile è quella che più fa per me. Ho una famiglia ed una bimba di appena 3 tre anni. Dunuqe ho perso il lavoro ed ora mi sto attivando per frequentare questo corso che devo iniziare a settembre. Avete consigli e suggerimenti da darmi?
    Inizio io con una domanda: ma per fare un vestio, la sola macchina da cucire è sufficiente? Oltre al corso di sartoria in se, quali altri corsi utili all’attivitià mi consigliate?

    Mille grazie
    Sarebbero ben accetti. Grazie

  8. Giusj dal salento 27/08/2015 at 17:22 Reply

    Ciao ragazzi sono una signora di 45anni e sono sarta da tanto tempo non o mai frequentato corsi di taglio ai miei tempi si andava dalla sarta in estate ad imparare un mestiere io dopo circa 30anni di calzaturificio mi sono dovuta rimboccare le maniche o fatto di tutto dal lavare i piatti nei ristoranti a lavori in campagna o fatto la bidella a scuola per il comune ed e li che mi e’ scattata la rivincita e o deciso di tornare a scuola frecuentando la sculoa artistica e modellistica sartoriale io so fare di tutto so confezionare molto bene o fatto molti abiti da cerimonia e anche sposa comunione battesimo o accanto a me una signora che e una modellista e mi aiuta a fare i modelli molto particolari noi facciamo anche toghe per avvocati ma non siamo considerate per il lavoro che facciamo vorremmo aprire un laboratorio sia io che la signora abbiamo macchine liniari e tagliaecuci manichini sartoriali tavoli per il taglio tessuti e accessori vari non abbiamo i fondi necessari ad aprire un laboratorio se qcualcuno sarebbe interessato a collaborare con noi per cercare di avviare una attivita ne saremmo liete
    Saluti dal salento

  9. Giovanna Ricciardi 18/09/2015 at 15:03 Reply

    ciao a tutti mi presento sono un consulente immagine & personal shopper molto bello quando leggo questi articoli mi fa pensare che allora di questi tempi non sono diventata pazza sono in progetto di avviare una sartoria ma l’idea il reciclaggio il rinnovo di un vecchio capo , all interno inserimento di piccoli corsi , Ho lavorato a lungo come Stylist e Cool Hunter e posso affermare di sentirmi un vero “strumento di marketing” per tutti i miei clienti.Dopo una serie di esperienze lavorative come Stilista all’interno di diversi negozi e come insegnante di corsi di taglio e cucito presso alcune scuole, ho iniziato la libera professione, curando diverse sfilate di moda.
    Importante è stata anche l’attività di Visual Manchester per Aziende di fama mondiale come la YOOX.

    Nel 2010 ho fondato Style Perfetto, che si occupa di consulenza d’immagine e servizi di Personal shopping.
    Oggi styleperfetto è una realtà affermata che sta crescendo su tutto il territorio nazionale ed è anche in grado di erogare corsi di formazione per professionisti del settore che intendono implementare le proprie competenze.
    Voglio continuare con questa via realizzando per ogni cliente l’organizzazione del proprio guardaroba Andando a selezionare i capi più adatti per il lavoro, il tempo libero e le occasioni particolari, valutando quelli che ancora mancano e che ben si adatterebbero allo stile.della cliente risparmiando rinnovando vecchi abiti rendendo felici le clienti , la mia testimonianza possa essere utile per tutte le persone che vogliono avviare una attività , bisogna giustamente avere delle capacità , aver studiato tanta ma tanta passione se vi va visitate il mio sito

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Leggi articolo precedente:
“La laurea in Economia? Fondamentale per fare il gelato artigianale”. Storia di un 27enne che ha lasciato il lavoro e ora è piccolo imprenditore

Tra tutti quelli possibili, Matteo Zini per la sua gelateria ha scelto un nome decisamente originale: "La Macelleria, il gelato dove non......

Chiudi